SAPPADA

Continua il gemellaggio con Sappada, piccolo borgo sulle Dolomiti in provincia di Udine – Friuli Venezia Giulia, che anche in occasione del Mercatino di Natale collaborerà con la Pro Loco di Mombaroccio.

GLI APPUNTAMENTI

La Mostra: dal 24 novembre al 9 dicembre

La mostra, fortemente voluta dall’allora Sindaco di Sappada Massimiliano Pachner e dal Comitato Carnevale, presenta 15 quadri di 15 diversi artisti nazionali ed internazionali chiamati ad impressionare sulla tela le immagini, le sensazioni, le emozioni, la schietta e semplice allegria delle maschere, l’originalità dei carri allegorici, l’importanza del “Rollate” (la figura principale del carnevale sappadino).
Quindici opere ognuna ambientata in una delle Borgate che compongono l’abitato di Sappada. Con immenso piacere l’Amministrazione Comunale e Pro Loco Sappada colgono l’occasione per far conoscere alla popolazione di Mombaroccio e ai suoi visitatori un’importante aspetto delle tradizioni sappadine, all’interno della Chiesa di San Marco – Piazza Barocci.

Nei giorni 24 e 25 novembre

Sarà presente all’interno di una delle casette in Piazza Barocci una delegazione della Pro Loco di Sappada con prodotti tipici e materiale informativo.

Sabato 24 novembre dalle ore 16:30

Gruppo Folkloristico Holzhockar

ll Gruppo Folkloristico HOLZHOCKAR nasce nel 1975 per far rivivere le antiche usanze e tradizioni di Sappada, tradizioni della vera montagna ancora presenti nella vita quotidiana. Nel corso dei decenni, l’intraprendenza e la passione del Gruppo hanno fatto sì che si potesse partecipare a molte iniziative e Festival a livello europeo ed internazionale. Il gruppo conta circa 40 elementi, tra ballerini e musicanti, ai quali si aggiungono circa 30 bambini che già dalle scuole iniziano l’approccio al ballo ed alle prime esibizioni.

Coro Sorgenti del Piave del Gruppo ANA di Sappada

Il coro nasce nel 2003 quando alcuni amici, spinti dalla passione per i canti di montagna, hanno dato vita al coro “Sorgenti
del Piave del Gruppo ANA di Sappada”. La corale è composta da 24 elementi divisi in quattro voci ed è diretta da Francesco Piller. Il repertorio è costituito da canti di montagna, canti degli alpini, canti popolari, fra i quali un antico canto del 1800
tramandatoci in forma scritta e Naijohr Liedl, la filastrocca augurale di capodanno.